mercoledì 17 marzo 2021

Valentina Bazzani, la mia seconda vita dal 16 marzo 1998

di Manuela Romitelli

Quante volte pensiamo di vivere al massimo la nostra vita? Eppure non sempre ci riusciamo, forse raramente, forse mai. Ma quando accade qualcosa di importante, qualcosa che stravolge completamente i nostri piani ecco che succede quello che non ci aspettavamo, ricominciare da capo, imparare di nuovo a vivere in un modo diverso. Succede a tantissime persone, è successo anche a Valentina, una splendida ragazza che ho avuto modo di conoscere in questi anni. Valentina vive nel veronese, fa la giornalista e convive con una malattia genetica. Ci racconta come è cambiata la sua vita dal 16 marzo 1998.

"Oggi per me è una data importante che mi piace ricordare come un secondo compleanno. Ringrazio la Vita per avermi donato una seconda possibilità: da quel 16 marzo 1998 tutto è cambiato, la malattia si è manifestata nel bel mezzo dell’adolescenza sconvolgendo ogni piano. Sono cambiata io, ma probabilmente sono cambiate anche le mie priorità, il mio carattere, il mio modo di vivere le relazioni, la prospettiva dalla quale osservare il mondo. L’accettazione è un percorso in salita, che non va banalizzato o minimizzato. Costa fatica, lacrime e sacrificio, a un certo punto però ti permette di arrivare alla consapevolezza di accogliere il presente così com’è, cercando di sfruttare al massimo le proprie risorse. Una giusta dose di leggerezza e autoironia non deve mai mancareA volte mi chiedo che donna sarei diventata senza questa inquilina nella mia vita, ma la verità è che non riesco ad immaginare a una Valentina diversa da quella che sono oggi. È davvero un’emozione pensare al percorso intrapreso in questi ventitré anni, alle persone incontrate, a certi momenti vissuti, alle risate che mi hanno regalato alcune situazioni, a tutte quelle belle emozioni mi hanno fatto brillare gli occhi e battere forte il cuore. Vivere la bellezza della “normalità” è stato possibile grazie al supporto e al sostegno della mia famiglia - da sempre al mio fianco - e a chi c’è stato, nella straordinaria ordinarietà. Oggi mi sento grata e sono convinta che, al di là di questo momento difficile per tutti, tornerà un raggio di sole a illuminarci. La Vita, anche nei momenti più difficili, può offrirci sempre un nuovo inizio".

Valentina Bazzani (foto d'archivio)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Nessun commento:

Posta un commento