venerdì 22 maggio 2020

Fabiola, una mamma contro il Coronavirus e la FSHD

di Manuela Romitelli


Ci sono tante storie da raccontare, storie che entrano dentro e non ti lasciano più. 

La storia che voglio raccontarvi è una di quelle che fanno riflettere, che ti mettono davanti a uno specchio denudandoti di tutte le tue difese. 

E quindi vi racconto di lei, Fabiola Maria Bertinotti, classe 1965, residente a Monza. 

Fabiola è una donna fuori dal comune, per trent'anni è stata a capo della Comunicazione della Disney in Italia. Ha una famiglia italo-francese, è sposata con Maurizio e ha un figlio adottivo di nome Jaya che convive con la FSHD (Distrofia Facio-Scapolo-Omerale). 

A questo proposito, Fabiola - da oltre dieci anni - è una sostenitrice delle persone con malattie neuromuscolari, questo grazie a suo figlio, ma soprattutto alla sua sensibilità. 

Attualmente Fabiola è a capo della FAB Communications, un'agenzia di consulenza la cui missione è sviluppare le vendite e il business delle aziende attraverso una comunicazione fondata sulla reputazione e fondata sui valori umani e solidali. Durante il periodo del lockdown - a causa dell'emergenza sanitaria da Coronavirus - c'è chi ha approfittato della clausura casalinga per dedicarsi alla cucina, alla musica, al giardinaggio oppure a scrivere un libro. 

Ed è quello che ha fatto Fabiola, ha scritto "Segregata, una madre contro il Coronavirus". 

Tutti i proventi del libro andranno in beneficenza, la raccolta fondi aspira a raccogliere 100mila euro ripartiti così: 50mila destinati all'acquisto di una culla mobile per curare i neonati in pericolo di vita durante un trasporto d'emergenza, a favore dell'Associazione Intensivamente Insieme  e altri 50mila a favore della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per poter avviare il progetto sulla Vita Indipendente affinché le persone con disabilità possano decidere autonomamente sulla propria indipendenza quotidiana. 

L'obiettivo di raggiungere i 100mila euro destinati alle due associazioni ha una data: 30 ottobre 2020

È possibile contribuire facendo una libera donazione acquistando il libro in formato ebook dalla piattaforma di crowdfunding ForFunding

La storia raccontata nel libro non vedrà solo la bellezza del nostro paese, ma uscirà anche negli Stati Uniti, in Francia e in Gran Bretagna. 

Ma di cosa tratta esattamente il libro? 

Il 7 marzo 2020 Fabiola contrae il Covid19, ha tutti i sintomi, per questo inizia il suo isolamento nella camera da letto, dalla quale non uscirà per ben quaranta giorni. Un tempo molto lungo nel quale Fabiola alterna i suoi stati d'animo tra paura, incertezza, riflessione, e di nuovo paura, ed è proprio questo sentimento che la porta a scrivere pensieri su pensieri, emozioni su emozioni, e alla fine nasce "Segregata, una madre contro il Coronavirus". 

La prefazione del libro è di Vincenzo Mollica, grande amico di Fabiola, che oltre a introdurre il suo omaggio le dona anche una poesia "La speranza". 

Parole, beneficenza, vita e riflessione, tutto questo è Fabiola Maria Bertinotti, una donna dalle mille risorse, che sa reinventarsi ogni qualvolta ce ne sia bisogno. 

Una donna che non si arrende nemmeno davanti al virus che ha fermato il mondo. 

Copertina del libro "Segregata, una madre contro il Coronavirus"

Fabiola Maria Bertinotti con il marito Maurizio e il figlio Jaya

© RIPRODUZIONE RISERVATA 







Nessun commento:

Posta un commento